Geoplast Blog

Le nostre previsioni sulle tendenze edilizie del 2022

Il 2022 è l'anno della redditività sostenibile

Mirco Pegoraro, CEO & Product Designer

Nel 2022 le problematiche sismiche passeranno in secondo piano a favore della sostenibilità che sarà un tema predominante in tutti i settori delle costruzioni. I prodotti in plastica riciclata Geoplast saranno sempre più richiesti dal mercato perché sono in grado di ridurre le emissioni di CO2 e hanno un basso impatto energetico. Questo vale in particolare per le soluzioni di fondazioni e solai. Un’altra questione importante sarà l’invarianza idraulica. Gli sviluppi urbani dovranno iniziare a integrare gli spazi verdi pubblici con una gestione sostenibile dell’acqua piovana, che dovrebbe a sua volta aumentare la domanda di soluzioni verdi e idriche. Tutto ciò si tradurrà in un aumento della redditività dei progetti che implementeranno questo tipo di misure.

mirco.pegoraro@geoplastglobal.com
Segui Mirco su LinkedIn

Luca Zausa, CSO Global

La resilienza urbana e l’uso ridotto delle risorse saranno i temi dominanti della costruzione di edifici nel 2022. Le persone stanno diventando sempre più consapevoli delle questioni ambientali, in particolare quelle relative alle aree urbane, come la gestione delle acque piovane e una generale carenza di materie prime. La nuova normativa sarà spinta a consolidare l’opinione pubblica, che inevitabilmente influenzerà l’andamento del mercato nel prossimo anno.

luca.zausa@geoplastglobal.com
Segui Luca su LinkedIn

Francesco Guidetti, Direttore Tecnico

A mio parere l’implementazione del BIM diventerà un punto centrale nel processo di progettazione nel 2022. I modelli BIM consentiranno agli ingegneri e agli investitori immobiliari di pianificare l’uso dei materiali, le prestazioni energetiche, i costi e la manutenzione in modo molto più efficiente, il che influenzerà in modo significativo la sostenibilità e redditività degli edifici.

A seguito delle conclusioni del G20, la riduzione dell’impronta di carbonio sarà un altro tema centrale del prossimo anno. Progettisti e appaltatori saranno sfidati su due fronti: da un lato l’immobiliare che chiederà di avere “edifici verdi”, dall’altro la necessità di trovare un modo per costruire con meno emissioni di gas serra.

francesco.guidetti@geoplastglobal.com
Segui Francesco su LinkedIn

Nikola Tosic, CMO

Investitori, architetti, ingegneri, società di costruzioni e le vendite immobiliari avranno tutti difficoltà a consolidare i crescenti requisiti di sostenibilità (normativa, clienti, pubblico) e le loro esigenze aziendali. Anche se la maggior parte vorrà implementare la sostenibilità nei propri progetti, sarà bloccata dalla mancanza di know-how e di accesso all’innovazione. Come reazione a questo problema, ci sarà una crescita accelerata per soluzioni di redditività sostenibile nelle costruzioni. Dominerà il mercato chi ha know-how e prodotti in grado di rendere i progetti più sostenibili e redditizi.

nikola@openinnovation.me
Segui Nikola su LinkedIn

Paolo Pirotto, COO

Le emissioni di carbonio saranno oggetto di particolare attenzione nel mercato delle costruzioni il prossimo anno poiché sono già ampiamente riconosciute come la causa principale del cambiamento climatico. Secondo la nostra recente indagine BIM Object, il 75 % dei 2,500 AECO (architetti, ingegneri, imprese edili e proprietari) pone la sostenibilità come la questione più importante nella costruzione degli edifici.

Un’altra tendenza evidenziata dall’indagine è legata all’importanza della digitalizzazione per il mercato delle costruzioni. La maggioranza (46 %) di AECO prevede di trovare informazioni sui nuovi prodotti online. Le aziende dovranno prestare maggiore attenzione a questo problema per facilitare un processo di progettazione più rapido ed efficiente.

paolo.pirotto@geoplastglobal.com
Segui Paolo su LinkedIn

Roberto Cecchinato, Responsabile vendite, Europa occidentale e centrale, Africa settentrionale e occidentale

L’uso dell’energia sarà un tema importante il prossimo anno. Milioni di edifici non sono pronti per gli standard energetici contemporanei e dovranno essere aggiornati. Inoltre, il riscaldamento globale sta cambiando i modelli meteorologici: l’intensità delle precipitazioni aumenterà, richiedendo miglioramenti all’infrastruttura di gestione delle acque piovane.

roberto.cecchinato@geoplastglobal.com
Segui Roberto su LinkedIn

Alessandro Gagliardi, Responsabile Vendite, EAM APAC, Africa orientale e sub-sahariana

Nel 2022, il mercato delle costruzioni sarà principalmente focalizzato sulla sostenibilità (edifici a basso impatto energetico e riutilizzo dei materiali) e sulla digitalizzazione (BIM). L’attenzione al cambiamento climatico provocherà un crescente interesse per gli edifici verdi (giardini pensili, facciate verdi) e la gestione sostenibile delle acque piovane per la prevenzione dalle inondazioni.

alessandro.gagliardi@geoplastglobal.com
Segui Alessandro su LinkedIn

p.s. Buon anno!